Approvato il disegno di legge sulla riforma del Codice della Strada

Ecco le misure più rilevanti del disegno di legge sulla sicurezza stradale approvato dal Consiglio dei ministri il 27 giugno 2023. Ora il disegno di legge verrà discusso, eventualmente modificato e votato in Parlamento.

Ritiro della patente per utilizzo di alcol o droga

Nessuna tolleranza per ubriachi e drogati al volante: scatterà lo stop temporaneo alla patente di guida e in caso di positività alle droghe, a prescindere dallo stato di alterazione, ci sarà la sospensione e revoca della patente con divieto di conseguirla fino a tre anni.

Se si viene sorpresi una seconda volta a guidare con una quantità di alcol in corpo superiore ai limiti consentiti, ci sarà l’obbligo di montare l’alcolock, l’etilometro sull’auto che impedisce la messa in moto se il tasso alcolemico è superiore a zero.

Il divieto assoluto di bere alcol prima di mettersi alla guida durerà per due o tre anni a seconda del reato commesso.

Se un minorenne verrà sorpreso alla guida senza patente e sotto l’effetto di droga non potrà conseguire la patente fino al compimento dei 24 anni.

Cellulare al volante

Per chi guida con il telefono in mano scatterà la sospensione della patente per un periodo che va da 7 a 15 giorni. Lo stesso accadrà per altre infrazioni pericolose quali: eccesso di velocità, passaggio con il rosso, mancato allaccio delle cinture, guida contromano, mancanza di seggiolini per i bambini. Meno punti sulla patente corrisponderanno a più giorni di stop della guida.

Patenti sospese

La sospensione scatterà in automatico alla contestazione della violazione senza intervento del prefetto. Se durante il periodo di sospensione della validità della patente si circola abusivamente sono previste sanzioni da 2.046 a 8.186 euro, revoca della patente e fermo amministrativo del veicolo per un periodo di tre mesi o, in caso di reiterazione delle violazioni, confisca amministrativa del veicolo.

Neopatentati

Per guidare un veicolo con un rapporto peso/potenza superiore a 55 kw a tonnellata e con potenza totale non superiore a 70Kw, bisognerà avere la patente da almeno tre anni.

Monopattino

Cambia anche la regolamentazione per il monopattino: sarà obbligatorio indossare il casco anche per i maggiorenni e il mezzo dovrà essere targato e assicurato.

Chi circola senza contrassegno o assicurazione dovrà pagare una multa tra 100 e 400 euro.

Il monopattino dovrà avere le frecce e il freno su entrambe le ruote, multe da 200 a 800 euro per chi ne è sprovvisto. Sanzioni anche per chi trucca il motore potenziandolo o per contraffazione dei dati del proprietario.

Ci sarà il divieto di circolazione nelle aree extraurbane e sarà vietato circolare in contromano e sui marciapiedi a meno che i veicoli non siano condotti a mano. Sarà inoltre vietata la sosta sui marciapiedi.

 

Condividi Posts:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Altri Posts:

Jimny 5 porte disponibile a maggio

Svelato all’Auto Expo l’attesissimo Suzuki Jimny 5 porte. Presenta un passo allungato di 340mm rispetto alla versione a 3 porte che ha reso possibile il ridimensionamento dei

Richiesta Informazioni

Sono interessato a: